MAPPI, App in realtà aumentata!

Luciano Gianni - 20 Dicembre 2014

Martha’s Cottage, ecommerce tutto siracusano

Luciano Gianni - 20 Dicembre 2014
progetto-weddingmarthascottage

Oggi ho il piacere, parlando di ecommerce, di dedicare questo post ad una splendida realtà italiana, siciliana, ma ancor di più siracusana, poichè i fondatori di questo marketplace provengono tutti dalla mia splendida Siracusa.

la realtà alla quale mi riferisco è Martha’s Cottage progetto di re-branding della start up progetto wedding, creata dall’amico Salvatore Cobuzio, insieme ad uno splendido e brillante team di donne, Simona Canto, Laura Bevelacqua e Tiziana Mendolia.

un progetto che ha attirato l’attenzione di esperti del settore per la intensità e velocità di sviluppo, di raggiungimento degli obiettivi e dei risultati attesi e che nel 2013 ha catturato anche l’attenzione di diversi venture capital, tra i quali Capital B (il fondo di Mauro Del Rio) che ha già sostenuto un primo round di 250 mila euro per implementare il progetto.

ecommerce intelligente che accompagna i suoi fidelizzati consumer nelle diversi fasi del percorso di vita, dal matrimonio agli articoli per l’infanzia, dai prodotti per gli amici animali ai toys per ravvivare il rapporto di coppia. Un contenitore completo dove con grande professionalità ed affidabilità si riesce a programmare acquisti di prodotti originali e divertenti.

così Salvatore e Simona, fondatori di Martha’s Cottage commentano il loro risultati: “Siamo entusiasti della strada percorsa fin qui e dei risultati ottenuti. Certamente la scelta di entrare nel programma b-ventures è risultata vincente. Il nostro progetto di e-commerce vuole spingersi più in là. Attualmente possiamo contare sulle nostre sedi di Siracusa e Parma ma abbiamo in programma l’apertura di un negozio a Vigevano, dedicato agli abiti da sposa, e di una nuova sede logistica a Madrid. Approfitteremo del supporto che ci é offerto dalla rete di Buongiorno, presente in 57 paesi per entrare in Europa e allargare i nostri orizzonti”.

dunque una ulteriore prova che in Italia si può fare start up di successo, e ancor più stimolante il fatto che si riesca al sud, in Sicilia, con la espressa volontà dei fondatori di voler rimanere a Siracusa e continuare a investire e magari creare anche nuove realtà, condividendo il know how maturato e diffondendo conoscenza, consapevolezza e fiducia nelle proprie capacità e potenzialità.

questo è quello che vogliamo sentire e vedere ed è a queste persone che diciamo grazie, grazie di non fuggire e grazie di credere ancora che cambiare si può.

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.